RAVENNA: La nave polare Laura Bassi in partenza per una missione in Antartide | VIDEO

Mollerà gli ormeggi dal porto di Ravenna entro il 17 ottobre la nave 'Laura Bassi', la prima imbarcazione rompighiaccio italiana. E' stata acquistata, grazie a uno stanziamento di 12 milioni, dal Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca per l'Istituto nazionale di oceanografia e geofisica sperimentale. Sarà impegnata in una missione al polo sud con compiti sia logistici che di ricerca. Gli obiettivi sono il trasporto di macchinari, container e ricercatori alla base italiana 'Mario Zucchelli' nella baia Terra Nova, in Antartide, e l'analisi delle acque e dei ghiacci, con particolare attenzione alle cause e alla situazione dello scioglimento e al peso dell'influenza umana. Con 80 metri di lunghezza, la rompighiaccio ospiterà a bordo 70 persone: 50 tra scienziati e ricercatori e 20 tra equipaggio ed ex militari impegnati in operazioni anti-pirateria. L'arrivo nel mare di Ross è previsto per dicembre dopo diverse tappe di raccolta materiale. La missione e la gestione della nave vedono impegnati il Cnr, lo stesso Istituto nazionale di oceanografia e geofisica sperimentale e l'Enea. Storicamente il porto bizantino è la partenza per le missioni antartiche anche a causa della presenza al terminal Sapir di un magazzino Cnr di stoccaggio e preparazione. "Al polo sud si vede meglio che da altre parti lo stato di salute del nostro pianeta", ha detto Umberto Ponzo dell'Enea durante l'evento di presentazione della missione questa mattina. La 'Laura Bassi', prima di essere acquistata dall'Italia, è stata in servizio per l'ente di ricerca britannico. Consuma 700mila litri di carburante all'anno e ha un costo di gestione che varia da 400mila a 600mila euro mensili a seconda se sia in standby o operativa. Al suo interno trovano posto 100 mq di laboratori d'analisi.

1 comentarios:

ÞÖĬńŦ БЯEÄK
ÞÖĬńŦ БЯEÄK:
La solita Propaganda Italiana. Ennesima Spedizione Italiana Inutile. Una nave polare rompighiaccio Laura Bassi che a spese nostre consuma 700.000 litri di carburante all' anno e costa in gestione 600.000 euro al mese e che va in Antartide a estrarre carote per scoprire l'acqua calda. 30 anni di ricerche Italiane in Antartide non hanno risolto minimamente i problemi climatici in Italia. La Cina intanto ha sviluppato il Sole Artificiale in grado di produrre energia pulita eliminando definitivamente la dipendenza da petrolio e carbone !